Michael Andreas Helmuth Ende

Michael Andreas Helmuth Ende

 Scrittore tedesco, nacque a Garmisch Partenkirchen il 12 novembre del 1929. Era il figlio del noto pittore Edgar Ende. Michael condusse i suoi studi scolastici con difficoltà, collezionando una serie di insuccessi e di frustrazioni, con la sensazione che la scuola penalizzasse le sue pulsioni creative e la sua fantasia.Nel 1941 subì una sospensione scolastica che lo portò quasi fin sulla soglia del suicidio. Arruolato giovanissimo, a 16 anni, andò al fronte senza addestramento e, sconvolto dalla morte di alcuni suoi compagni, scappò ed entrò a far parte del Fronte anti-nazista per la Baviera Libera, rimanendoci fino alla fine della guerra. Nel 1958 scrisse il suo primo libro “Le avventure di Jim Bottone” e “Un ferroviere e mezzo” che fu pubblicato nel 1960 ed ebbe un successo immediato  ricevendo il premio per la Letteratura Tedesca Infantile. Lo scrittore continuava sempre a lavorare per il teatro e a scrivere; nel 1972 pubblicò con Tienemanns il libro per ragazzi (da lui stesso illustrato) “Momo”, ricco di fantasioso simbolismo, nel 2001, è stato realizzato un lungometraggio a cartoni animati, intitolato “Momo alla conquista del tempo”. Il film è accompagnato dalla colonna sonora della cantautrice Gianna Nannini. “ Momo” è il secondo romanzo di genere fantasy più conosciuto dello scrittore, dopo la “Storia Infinita”.Michael  Ende morì a Stoccarda nell’Agosto del 1995.Nelle sue opere, viene comunque confermato il suo valore creativo di sana fuga da un mondo spesso difficile da vivere e, come tale, da ritrasformare contando sulla Fantasia. r