ANCHE LORO SONO FRAGILI

Il bullismo è un male nascosto e silenzioso che colpisce molti bambini e ragazzi. E’ nascosto perché quando i bulli attaccano la loro vittima, non si fanno vedere da nessuno; silenzioso perché chi lo subisce, quasi sempre, non ha il coraggio di parlarne con qualcuno. Leggendo alcune storie e guardando film ho capito perfettamente cos’è questo male che ho definito un “mostro”, perché colpisce e ferisce senza pietà. I bulli se la prendono con i più deboli perché non seguono la moda, per il loro aspetto fisico o semplicemente perché non tifano la loro squadra. E’ il caso di Jimmy Griemble che subiva bullismo anche proprio per questo motivo. Lui è stato coraggioso perché, grazie a qualcuno che gli ha teso la mano, ha trovato la forza di credere in se stesso e vincere la sua partita, in campo e nella vita. Diana, una ragazza di 14 anni, ci ha raccontato la sua brutta esperienza di bullismo e anche di Cyber Bullismo che ha subito attraverso la rete. Le sue compagne di classe “bulle”, montavano video su di lei e li facevano girare su tutti i telefoni. L’hanno addirittura minacciata di morte. Ricordiamoci sempre che il mondo virtuale non è quello reale come dice la poesia di Germana Bruno. Diana mi ha fatto capire il perché di chi a volte, subendo il bullismo, ha paura di parlarne. Lei ha provato a raccontarlo ad una professoressa, che però non le ha creduto. Io dico invece di parlarne sempre, con un amico, con i genitori o con chi ti vuole ascoltare. mai avere paura dei forti perché in fondo anche loro nascondono fragilità.