OCCASIONE UNICA

-Sono emozionato non riesco a dormire-. Sono queste le parole che ho detto la notte prima della nostra grande esperienza al Senato della Repubblica.
La mattina dopo mi alzo di scatto dal letto, con il cuore a mille, tutto gasato per la gita. Finalmente l’ ora era arrivata erano le 9:45 salgo di corsa sul pullman e parto. Le corte tre ore sembravano interminabili, fissavo l’orologio e sentivo lo scoccare di ogni singolo secondo TIC-TOC- TIC-TOC.
Era bellissimo e lo diventava di più ogni secondo.
Dopo un’ oretta ci siamo fermati su un autogrill per pranzare.
Erano passate due ore dalla partenza il viaggio era interminabile, finché finalmente arriviamo. Mi metto a fare foto a tutto: alla cupola di San Pietro, al Tevere, alla fontana dei 4 fiumi, alla chiesa di san Agnese, e infine al Senato.
Dopo aver aspettato un po’, iniziamo, c’ era una giuria formata 7 giudici e tra loro anche Livia Giustolisi figlia di Franco Giustolisi un famoso giornalista autore del libro ” L armadio della vergogna”. In questo libro il giornalista rese noti a tutti , i nomi di quelli che si erano macchiati di stragi, e lui fu il primo a dire che dovevano essere tutti consegnati alla giustizia. Il concorso ci ha insegnato ad essere dei veri giornalisti, soprattutto di verità e giustizia!

entro al senato wow era bellissimo ero una delle poche persone ad entrare al Senato, mi guardo a torno ed entro nella sala koch e prendo posto.