Brainstorming “La vita è bella” di Roberto Benigni

Le nostre riflessioni sul film visto in classe

MANILA:      Con questo film ho capito le condizioni di vita quando c’era la guerra, ho compreso che quando sono state emanate le leggi razziali era tutto diverso, ho toccato con mano la durezza del razzismo e le atrocità che ad esso sono collegate. Nello stesso tempo questo film mi ha mandato un altro messaggio, che parla d’amore, quello della famiglia e di un padre che in nome dell’amore è disposta a far tutto anche sapendo la sua fine.

Roberto Benigni lo ha interpretato benissimo riuscendo ad alternare scene drammatiche a scene umoristiche, facendo vivere anche a noi il film e questa è la prima regola di un attore, cioè immedesimarsi e far immedesimare gli spettatori. Mi ha colpito anche la bravura del bambino che, pur  piccolo è riuscito a imparare e a recitare al meglio la sua parte.

Spesso quando guardo  molti film penso …“Tanto è tutto finto” ma questo è un fatto accaduto nella realtà e posso solo dire che sono molto fortunata perché ho tutti i diritti che posso desiderare e non me li hanno mai negati.

Questo film grazie alle sue ambientazioni stupende, al tema particolare, alla bravura degli attori mi è rimasto stampato nella testa, il titolo poi mi fa pensare a un raggio di sole che sfiora la luccicante brina penetrando dove l’infinito non può arrivare. La colonna sonora ti arriva al cuore, ti fa sognare, ti fa pensare….

Smile è la chiave di mille porte ma soprattutto della vita:  sorridi sempre perché “La vita è bella” anzi bellissima, vivila più che mai senza arrestarti davanti alle difficoltà, ricorda che “ Il sorriso è la cura di ogni malattia” 

DANIELE:   Il film “La vita è bella” mi è piaciuto molto perché ti fa ridere e nello stesso tempo ti fa riflettere sulla situazione degli ebrei durante la Shoah.
Ti fa vedere la guerra con gli occhi di un bambino,  e ti fa riflettere sul ruolo del padre che convince il bambino che tutto  questo è un gioco.
Poi la parte emozionante del papà che si sacrifica per salvare la vita del figlio e alla fine il sogno del bimbo di salire su un carro armato che si avvera: il papà non aveva mentito, lui aveva vinto veramente il gioco.
UN FILM BELLISSIMO, CHE TI FA CAPIRE CHE NON DEVI ARRENDERTI MAI, PERCHE’ LA VITA E’ BELLA

 

FLAVIA    Questo film mi ha fatto capire che una famiglia unita non viene divisa nemmeno dalla morte perché i loro cuori saranno sempre uniti. Mi è piaciuto particolarmente per come riesce a rendere “più leggera”  una situazione così brutale come lo sterminio e ci fa anche riflettere sull’ importanza dei diritti che non vengono sempre rispettati. 
Questo film pluripremiato ci fa capire la crudeltà dell’ uomo e ciò che fa per il potere e il denaro, ci fa riflettere sull’ orrore dei campi di concentramento e di quanto gli ebrei furono costretti a subire perchè considerati inferiori, ci dà una lezione sulle conseguenze del razzismo. Il tema è molto delicato ma Roberto Benigni è un grande attore, riesce ad alternare comicità e riflessione riuscendo a coinvolgere lo spettatore che sorride e si commuove nello stesso tempo. Roberto Benigni fa in modo che tutti possano riflettere con un tono umoristico. NELLA VITA SI PUO’ CADERE MA BISOGNA SEMPRE CERCARE IL SORRISO E LA FELICITA’, COME FOSSE UN GIOCO, PERCHE’ SE SORRIDI ALLA VITA , LA VITA TI SORRIDERA’



FRANCESCO COCO : Questo film “ La vita e’ bella “ mi ha fatto capire che ogni uomo ha dei diritti che non devono essere calpestati come la liberta, e’ un diritto che a nessuno va negato e che va rispettato. Questo film ci ha fatto capire l’orribile sterminio degli ebrei un fatto davvero  bruttissimo che ha sconvolto il corso della storia . Le atrocità delle leggi razziali che hanno scatenato l’odio e la guerra

L’ attore Benigni però ci dà questo messaggio in un modo particolare: fa ridere il figlio , scherza ed inventa un gioco per non fargli capire che erano dentro un luogo davvero orribile. Le scene sono drammatiche ma nello stesso tempo divertenti: questo film fa riferimento alla bellezza dell’ amore.



FRANCESCO PERSIA : Il film “ La vita è bella” mi fa capire l’atrocità dei lager, la crudeltà delle leggi razziali e che la libertà è un diritto che nessuno ti può togliere. Il razzismo è un atrocità che mai più si dovrà ripetere, siamo tutti uguali, non si possono considerare oggetti le persone che hanno diritti inviolabili  tra cui quello della vita e della libertà. Nel film mi è piaciuto molto come il protagonista racconta un fatto che è rimasto nelle pagine più brutte della storia i modo umoristico, scherza, gioca, capovolge la realtà  tutto questo in onore dell’ amore. L’ amore verso il figlio è l’ altro elemento fondamentale di questo film perché il padre riesce a sdrammatizzare le cose brutte che accadono in quel posto maledetto ed anche quando sta per morire cerca di fare ridere il figlio saltellando e giocando. Non arrenderti mai anche quando ti portano sopra un camion e non fari mai più ritorno, nella vita troverai molte persone che ti faranno salire su quel camion ma tu devi lottare perché: La vita è bella!



BRUNO : “LA VITA E’ BELLA”, questo sì che è un film che consiglierei a tutti. Ci fa capire l’importanza della famiglia, la situazione degli ebrei durante la seconda guerra mondiale, i campi di sterminio dei nazisti e soprattutto il coraggio dei padri che sacrificano la loro vita per i figli.
Film unico che alterna sorriso e tristezza, riflessioni e umorismo e descrive  una pagina della nostra storia, che non si deve dimenticare né cancellare:
la vita è un arcobaleno fatto da fumi e da veleni;
la vita è un sole oscurato dalle nuvole;
“LA VITA E’ BELLA” e  va vissuta anche se  c’è sempre qualcuno a rovinartela. Penso che nessuno può rovinare il tuo cuore protetto da un “muro” che si chiama Amore verso gli altri.

LA VITA E’ BELLA”
SONO LE 4 PAROLE PIU’ BELLE CHE CI SONO.