“LA VITA E’ BELLA”
 di Roberto Benigni- trama

Protagonisti del film “La vita è bella” sono:
GUIDO OREFICE, italiano di origini ebree, DORA, sua moglie e il loro piccolo GIOSUE’.
Il film racconta la loro vita familiare che all’inizio è felice ma poi…
Tutto ha inizio quando Guido Orefice si trasferisce ad Arezzo dallo zio.
Durante il viaggio incontra Dora una maestra elementare e da subito se ne innamora e la chiama “PRINCIPESSA”.
Arrivato in città inizia a lavorare come cameriere al Grand Hotel dove lavora anche lo zio.
In municipio incontra Rodolfo e ben presto scopre che è il fidanzato di Dora.
All’hotel, Guido fa amicizia con il dottor Lessing medico tedesco appassionato come lui, di indovinelli.
Per incontrare la sua principessa si sostituisce ad un ispettore scolastico e va’ nella scuola dove lei insegna. La incontra e gli dichiara il suo amore.

Durante la festa per il fidanzamento di Dora e Rodolfo, succede che Dora che non è mai stata innamorata di lui scappa con Guido che è entrato nel ristorante con un cavallo bianco dello zio sul quale avevano scritto “ACTUM CAVALLO EBREO”.
Da quì inizia la discriminazione della razza ebrea.
Guido e Dora finalmente si sposano e nasce Giosuè.
Lui lavora nella sua libreria e proprio nel giorno del compleanno di Giosuè vengono catturati, insieme allo zio, dai nazisti e messi su un treno che li porterà in un Lager.
D
ora disperata anche se non è ebrea chiede al soldato di salire sul treno con il marito e il suo piccolo.
I loro sguardi si incroceranno per l’ultima volta all’arrivo al Lager.
Per non far capire a Giosuè cosa sta succedendo Guido gli racconta che stanno partecipando ad un gioco a premi in cui si devono superare molte prove, per vincere un vero carro armato.
Giosuè rispetta tutte le regole del gioco e tra queste c’era quelle di rimanere nascosto nella camera dove dormivano insieme ad altri prigionieri.
Durante una visita medica Guido incontra il Dottor Lessing, spera in un suo aiuto ma in realtà il medico gli propone un indovinello e gli chiede una soluzione.
La guerra finisce e i tedeschi uccidono tutti gli uomini rimasti nel campo.
Guido riesce a nascondere Giosuè in una cabina e gli dice di non farsi scoprire perché stanno giocando a nascondino.
Si traveste da donna, cerca la sua principessa ma viene scoperto e dopo aver fatto l’occhiolino a Giosuè viene ucciso.
La mattina dopo gli americani arrivano lì, Giosuè esce dalla cabina vede arrivare un carro armato ed è felice per aver vinto il premio finale. Più tardi felice riabbraccerà la mamma.