SOLTANTO IN QUATTRO

Don don…il campanile scocca lentamente le nove e noi siamo pronti a dirigerci allo spettacolo teatrale “Hansel e Gretel”. Io mi domando tra me e me, se la trama sara’ come l’originale. Ecco…sta per iniziare e, in un batter d’occhio come per magia, le luci si spengono e sul palco compaiono quattro attori, gia’ calati nei personaggi da interpretare, accompagnati da un sottofondo musicale con una dolce melodia di flauti.

Questa e’ la storia:i due fratellini, Hansel e Gretel, furono accompagnati dalla matrigna cattiva e dal loro povero e ingenuo papà, che non avrebbe mai voluto, lasciarli  da soli nel fitto bosco e nel buio profondo . Solo grazie ad aver pensato di buttare sassolini nel bosco, riescono a ritrovare la strada per tornare a casa. Ma una volta tornati, la matrigna li abbandono’di nuovo sempre nel bosco, dove si ritrovarono questa volta in una casetta abitata da una strega. Solo grazie al coraggio del loro papa’, che con una spada magica  uccise la strega, riuscirono a riabbracciarlo, per poi tornare tutti insieme a casa.

Dopo lo spettacolo, reinterpretato benissimo dagli attori, noi del TG SMILE, li abbiamo intervistati, insieme al loro regista, Mario Fracassi.Tornati a scuola, la nostra maestra Franca, ci ha fatto riflettere sul significato dello spettacolo, cioè  sul diritto dell’infanzia ad avere una famiglia, di  non fidarsi mai di persone sconosciute, e che l’unione fa la forza.

Per quanto mi riguarda, guardando lo spettacolo, ho capito ancor di più, di quanto sia importante per un bambino, per crescere serenamente, avere l’affetto, il calore e la protezione della famiglia e di quanto sia triste e pauroso essere abbandonati dai propri genitori, compresi il terrore di perdere la propria casa … perchè avere una famiglia che ci protegga, ci faccia capire quante cose brutte ci sono al di fuori, ci aiuti a superare tutte le difficoltà, è un diritto e un dovere per ogni bambino di questo mondo.

In fondo le paure di Hansel e Gretel, sono quelle di ogni bambino, con la differenza che loro erano in una fiaba,mentre fuori, nella realtà di tutti i giorni, queste paure ci sono e sono vere.