MALALA: UNA GIOVANE VOCE CHIEDE GIUSTIZIA

Vi chiederete:- Come fa una ragazza a soli 17 anni a vincere il Premio Nobel per la Pace?-
Vi racconterò come Malala è arrivata ad avere questo riconoscimento.
La sua battaglia è iniziata nel 2009 in Pakistan, suo paese d’origine. Lei scriveva su un diario della realtà che la circondava e delle violenze che subivano le bambine dai talebani alle quali vietavano il diritto di studiare e di andare a scuola.
Nel 2012 i talebani le spararono in viso mentre ritornava da scuola e la lasciarono in fin di vita. Per loro Malala era il simbolo dell’infedeltà. Tutto questo successe perché il suo diario, venne pubblicato dalla BBC diventando famosa in tutto il mondo.
Lei riuscì a guarire e la sua battaglia, per i diritti delle bambine, arrivò fino all’ ONU.
Era il 2013, quI fece un discorso molto commovente dicendo che insieme, si sarebbe potuta combattere la violenza e il terrore dei talebani.
Con una semplice frase, racchiuse tutto il suo pensiero:Un bambino, un insegnante, una penna e un libro possono cambiare il mondo“.
Vinse quel premio per la sua forza, il suo coraggio e la sua determinazione ma anche per dare ai bambini il diritto di istruzione, di cambiamento e di pace.

 

UNA GIOVANE
VOCE
CHIEDE
GIUSTIZIA