Grazie nonni!

Ancora una volta i vecchietti ci accolgono con un forte applauso : -Benvenuti! Benvenuti!- Il progetto Mamma ieri, mamma oggi, mamma sempre, che ci ha visto impegnati tutti i giovedì da marzo a maggio,  è giunto al termine e tra poco inizierà la manifestazione finale.  I nonni ci aspettano nella sala della RSA, anche il personale è presente come sempre tutti ci accolgono con un bellissimo sorriso. Questa volta però ci sono acnhe i nostri genitori, tutti commossi e felici. Entriamo, ci posizioniamo e la maestra dà il microfono a Davide che legge la lettera che abbiamo scritto ai nonni , dove ripercorriamo tutto  il percorso che abbiamo fatto insieme a loro., gli occhi si riempiono di lacrime per l’emozione. Noi ringraziamo i nonnetti che ci hanno permesso di imparare molte canzoni del passato: Mamma, Mamma Maria, Mamma Tutto, Fatti mandare dalla mamma, non avevamo la minima idea che esistessero.

Ci accorgiamo che manca Daniele, per la recita che dobbiamo fare. Lo chiamiamo ma…. nessun Servizio. Lo chiamiamo per la seconda volta ma ancora nessun servizio.
Dopo 2 minuti  ci giriamo: Daniele è arrivato, possiamo iniziare la nostra recita!  Sul palcoscenico si presentano: Claudio, Federica e Gianmarco, i nostri presentatori per questa importantissima occasione e…scatta il secondo applauso. Inizia il nostro repertorio all’insegna della musica e i nostri cari nonnetti cantano tutte le canzoni che abbiamo imparato negli incontri fatti con loro… tutte le canzoni  sono meravigliose e parlano della mamma. Grazie a loro abbiamo imparato ed apprezzato i cantanti del passati come Claudio Villa, Nilla Pizzi, Morandi e i Ricchi e Poveri. Inizia la nostra drammatizzazione e la scena più apprezzata è quella del nonno (Davide) e della nonne  Wilma (Flavia) e   Filomena (Manila),  una scena in  dialetto canistraro. E qui scatta il terzo applauso e… tutti a ridere a crepapelle.
Infine c’è  un regalo da consegnare a  loro: il lavoretto della festa della mamma, lo abbiamo realizzato con il legno e lo abbiamo decorato con cuori, fiori e fiocchetti di raso…  lo vogliamo consegnare alla dott.ssa Santomaggio , ma non arriva quindi lo consegniamo  alla miglior solista una simpaticissima nonnetta che ha cantato tutte le canzoni ed ha improvvisato anche un bellissimo TWIST. Qui scatta il quarto applauso….  Insomma che dire?   E’ stata una giornata all’insegna  della condivisione e dell’amore. Abbiamo imparato una grande lezione, non di storia di italiano o di geografia, ma una lezione di vita, che ci ha insegnato il rispetto, l’amore e la solidarietà.

     

 

 

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*