UNA GIORNATA ALL’ INSEGNA DEL BULLISMO

Che stupore, che  meraviglia! Oggi   è stata una fantastica giornata che non vedo l’ora di raccontarvi : a scuola abbiamo visto un video di Paola Cortellesi che  parlava di un bambino vittima di bullismo dai 6 ai 14 anni

Ciao a tutti sono  Giancarlo Catino e credo nell’amicizia– recitava l’ attrice nel video. Un giorno, alle superiori, capisce che non si può andare avanti con le offese dei compagni allora abbraccia il bullo, aveva vinto lui!

Appena entrati nella sala  di ufficio “Segen” già pensavo a ciò che ci avrebbe detto Nicola Lazzolla  “Ci parlerà subito di bullismo e cyber bullismo, in fondo il progetto parla di questi argomenti” pensavo, ma ero completamente fuori pista: infatti, all’ inizio ci ha parlato di internet, facebook  e dei social network. Da questa catena siamo arrivati al cyber bullismo cioè atti di bullismo  effettuati attraverso internet. Ci ha detto di stare attenti a ciò che postiamo perché ci si può ritorcere contro. Uno dei video che mi è rimasto impresso in mente è stato quello di una ragazza che, ogni giorno, chattava sui social e poi recandosi ad un appuntamento, con una persona conosciuta in chat, ha scoperto che quella non era una brava persona, correndo un grande rischio. Non esiste un incontro senza domande e proprio grazie a queste o meglio grazie alle risposte abbiamo compreso come capire se una persona è vittima di un cyber bullo: essa non è più la stessa e tende a restare isolata. Abbiamo anche capito che, per sconfiggere un cyber bullo bisogna farlo mettere nei panni della vittima. Che giornata importante ricca di preziose informazione e…. cheese una bella foto per concludere in un modo migliore!

P.S

E’ stata una giornata super speciale e, per una volta , il pulman è arrivato in anticipo.