TEATRO IN CLASSE…con Mario Fracassi

 TEATRO IN CLASSE di FRANCESCO COCO

Ecco che entro in classe e  la maestra mi dà subito una notizia ” Oggi verrà MARIO FRACASSI” l’attore e regista che abbiamo incontrato già diverse volte nei teatri di Civitella Roveto e di Avezzano. Poi arriva il momento più atteso: sarò io ad intervistarlo! Il cuore batte a tremila :TOM TOM TOM. Le mie gambe sono lastre di ghiaccio, servirà il sale per scioglierle. Non sapete l’ ansia che ho, di intervistare questo grande regista. Mi preparo…scrivo le domande dell’intervista, le leggo ad alta voce ai miei compagni, scegliamo le più belle e provo con il microfono…Intanto  l’ orologio scandisce lentamente le ore…..

 Ecco che arriva, andiamo nello studio del nostro TG SMILE, i tecnici Francesco Persia e Bruno danno il via alle riprese,  inizia l’intervista e mi prendo con gioia il suo “Bravissimo, sei un vero giornalista!”. Ci spostiamo quindi   in palestra e, insieme ai miei compagni,  lo accogliamo tutti con una standing ovation. Lui, un po’ emozionato e sorpreso per l’accoglienza festosa, inizia subito a spiegarci cos’è il teatro e lo fa in maniera semplice con un bellissimo sorriso sulle labbra: ci spiega che il teatro è IL FAR FINTA DI...poi aggiunge che il pubblico è molto importante e, se gli attori sono bravi, anche il pubblico diventa protagonista e si immedesima nei personaggi, quindi SALE SUL PALCOSCENICO E DIVENTA ATTORE; continua poi a spiegarci chi è il regista e lo fa con una bellissima metafora: IL REGISTA E’ UN CUOCO che amalgama bene gli ingredienti, cioè gli attori e le scenografie.  Infine ci dice che nei suoi spettacoli parte da storie scritte perchè  i libri sono molto  importanti, ci fanno viaggiare con la fantasia e ci salvano la vita. Che fanno viaggiare con la fantasia è vero, ma per la seconda frase abbiamo qualche dubbio… Allora  lui ci racconta una storia: un visir sposava delle bellissime fanciulle e poi la sera le uccideva. Una ragazza però non venne uccisa perchè ogni sera raccontava al visir una storia  e lui si addormentava. Dopo mille sere e mille storie fu lei che uccise il marito: i libri le avevano  salvato la vita.  Per concludere questa giornata di “teatro in classe”, abbiamo scattato una foto ricordo…. è stata una giornata straordinaria!

 

ALL’INSEGNA DELLO SPETTACOLO di FRANCESCO PERSIA

” Wow” é la prima parola che ho detto appena entrato a scuola. Oggi io mi aspettavo la solita lezione ed invece , il mio compagno di banco Bruno , mi ha avvertito dicendo: “Francesco oggi verrà a scuola MARIO FRACASSI e dobbiamo fare l’ intervista !” Subito ci dividiamo i ruoli: ” Tu reggi la telecamera io faccio l’ audio…”Ma chi lo intervisterà Il nostro FRANCESCO COCO! Non vedo l’ ora che arrivi! Sono felicissimo ed ora guardo l’ orologio ” TIC, TAC…”… Il  tempo scorre,    aspettando MARIO FRACASSI…

…”Drin” suona il campanello della scuola

E’ lui!” Urliamo.

” Ma chi sarà?”

” Ma come chi sarà?”

” E’ Mario Fracassi, noto regista ed attore  che si sta recando nella nostra scuola. “

” Tic,Tic, Tic..” Il rumore dei passi aumenta, significa solo una cosa: ” Sta per arrivare!”

Tutti ci sediamo e…  “Buongiorno!!”  Ma ….E’ Angelo il marito della maestra!

” Che Figura!”

” Tic..Tic..Tic..” Ecco di nuovo il rumore dei passi ma questa volta ad avvertirci c’è la maestra Franca ed allora non ci siamo sbagliati…è lui!

La maestra invita Mario nello studio del TG Smile, chiama me e Bruno che siamo i tecnici dello studio e Francesco Coco che dovrà intervistare il regista. Mi metto le cuffie per sentire il suono, Bruno posiziona l’obiettivo della telecamera e, dopo una brevissima prova, si inizia a registrare l’intervista. Tutto va a meraviglia e il regista fa i complimenti al nostro STAFF.  Poi si cambia ambiente: tutti in palestra e questa volta è Mario Fracassi che fa le domande. I ruoli si sono invertiti….

” Che cos’è il teatro?”

Tutti noi restiamo  a bocca aperta: ” Che cosa sarà?” Penso.”Immaginazione, fantasia, divertimento, ansia….”

“Il teatro è far finta di..” ci spiega  Mario.. ” E’ come una grande bugia” e continua a raccontarci la sua esperienza.

Coinvolti dalla bellissima spiegazione gli chiediamo:  ”  Che ruolo ha il regista?”

Per spiegarcelo utilizza  una metafora bellissima:” Il regista  è come un grande cuoco che deve saper cucinare con gli ingredienti che ha. ” Significa che un buon regista deve saper realizzare comunque  lo spettacolo con i mezzi che ha a disposizione.

Fracassi ha poi  sottolineato la bravura dell’attore che riesce a vincere la vergogna che prova quando gli occhi degli spettatori sono puntati su di lui. Sottolinea poi che, se gli attori sono bravi, gli spettatori si immedesimano nei personaggi e diventano anch’essi attori.

Questa giornata mi rimarrà impressa nella mente all’insegna dello spettacolo!

 

PURA MAGIA di BRUNO DI PIETRO

-Buongiorno ragazzi!!! Oggi a scuola verrà Mario Fracassi-

Queste sono le prime parole che la maestra ci rivolge. 
Sicuramente dobbiamo fare l’ intervista per il nostro Tg Smile“, pensiamo tutti noi.
-Chi lo intervisterà?- continua la maestra
Tra Francesco e Monica non si sa chi. Allora decidiamo democraticamente con una conta.
-Pari-
-Dispari-
-E… giù!-
Vince Francesco, l’intervista la farà lui.
Prepariamo domande per sapere di più sulla sua attività di regista- attore. 
Tic Tac, l’orologio scandisce velocemente i minuti.
Tutto è pronto!
-Motore: partito! Ciak… Azione!
Iniziamo così le riprese dell’ intervista a Mario Fracassi che è molto disponibile con noi. Io sono alla telecamera, vicino a me Francesco Persia si occupa del suono e Coco intervista l’attore. Devo dire che siamo una squadra eccezionale, anche il regista resta a bocca aperta, non crede ai suoi occhi e ci dice che siamo veri professionisti. Dopo la registrazione ci trasferiamo in palestra e qui inizia a spiegarci cos’ è il teatro, lo fa in maniera semplice sempre con il sorriso sulle labbra.
Ci dice che, per preparare uno spettacolo teatrale, ci vuole molto tempo e lavoro per studiare il copione e lavorare per la scenografia. Una cosa importante per chi fa teatro, sono gli spettatori che  sono giudici di ciò che vedono.
Gli attori sono bravi se gli spettatori si immedesimano nei personaggi e, metaforicamente, salgono anch’essi sul palcoscenico. Se lo spettacolo va bene e gli attori sono bravi a coinvolgere il pubblico, dalla platea scaturiscono forti applausi.
Altro ruolo fondamentale per una rappresentazione è il regista: come un abile cuoco che con gli ingredienti che ha a disposizione, prepara un piatto perfetto, così il regista con gli attori che ha e le risorse di cui dispone prepara un ottimo spettacolo. La maestra svela a Mario Fracassi il mio sogno di diventare regista, lui mi guarda, sorride e aggiunge che è un lavoro faticoso ma bellissimo, lui si diverte molto perchè fa quello che ama.
Molto attenti a quello che ci dice, gli chiediamo altre curiosità, lui ci racconta i suoi primi passi nel mondo del teatro e dalle sue parole  capiamo che il teatro è stupore e meraviglia, emozione e divertimento. Mentre parla, la frase che mi colpisce di più è: il teatro è far finta di… .
Ho capito che questo mondo è PURA MAGIA!

 

 RESTATE COLLEGATI di FLAVIA PERSIA

Ciao a tutti i telespettatori del Tg smile!

Se volete vedere una nuovissima intervista restate collegati perchè tra poco, qui con noi, ci sarà Mario Fracassi.

Il regista di teatro dovrebbe arrivare per le 11:00, intanto  decidiamo chi lo intervisterà.

La maestra è indecisa tra Francesco Coco e Monica e quindi c’è un solo rimedio cioè..pari o dispari!

Vince Coco e prepariamo le domande. Devo ammettere che, anche se sono una giornalista, sono un po’ ansiosa di incontrarlo: finora l’ho visto solo a teatro! Le mie gambe tremano come il ghiaccio che c’è fuori e ch,e la maestra Franca, ha fatto spalare con “picconi dei sette nani”! Intanto la maestra ci parla dell’ordinanza di chiusura della scuola.

Tic Tac Tic Tac il tempo scorre.. Tic tac tic tac… Restate collegati, mi raccomando,canale  119 del digitale terrestre!

ore 10.30 non c’è più il tempo per fare niente,  Mario Fracassi è arrivato! Il regista, i nostri tecnici Francesco Persia e Bruno, il nostro giornalista per l’occasione Francesco Coco, si dirigono  nello studio del Tg Smile e  si procede con la registrazione dell’intervista. Quindi  andiamo in palestra che, per questa occasione, diventa “la foresta delle domande” … noi alunni, come piccoli uccelli, facciamo domande, domande e domande.

In questo giorno la ” fonte” delle nostre risposte è  Mario che  prontissimo,  non dà solo risposte alle nostre interminabili domande, ma ci spiega anche moltissime cose:

  • il teatro è ” far finta di”
  • l’attore è una persona che affronta la vergogna degli occhi puntati su di lui travestendosi,
  • gli spettatori sono persone che si immedesimano nella parte come se fossero proprio loro, diventatno quindi attori,  detto in modo matematico , spettatore e attore è “una vera equivalenza!!”

E’ stato un incontro meraviglioso con” tre Emme” , mi sono davvero innamorata del teatro perchè, come dice il nostro regista, se l’attore è bravo ci fa immedesimare nella parte e ci fa vivere storie emozionanti, proprio come quelle che ci ha raccontato il protagonista di questa giornata che ha concluso con una metafora stupenda: il regista è un cuoco che usa gli strumenti e gli ingredienti che ha per realizzare il miglior menù.

 

LO ASPETTO CON ANSIA – di MANILA CESAREO

Guardo la neve fuori…mentre aspetto il regista di teatro  che ha fatto per noi tanti spettacoli  bellissimi: Mario Fracassi. Per qualcuno sembrerà poco ma è tantissimo per noi. L’ansia mi sale, aumenta, esplode. Il sole scioglie la neve e l’ansia dentro di me. Io me lo aspetto con un maglione verde e pantalone di jeans. Questa volta voglio indovinare visto che, con Aleandro Mariani, il famoso tenore, ho sbagliato a causa di un cappello non messo! Per il TG 😃 un’ intervista gli faremo. Il mio cuore è un tamburo, le mie gambe pezzi di ghiaccio, le mie braccia rami. Io lo aspetto con tanta ansia: TIC TAC TIC TAC!!!!!!!!!!!!!    …….

È arrivato ma… non ho indovinato il suo abbigliamento … UFFA!!!! Dopo l’intervista nel nostro studio del TG Smile, condotta dal nostro compagno Francesco Coco, ci sediamo tutti a semicerchio e lui inizia  chiedendoci: – Cos’è il teatro? – noi rispondiamo che è emozione, divertimento, ansia…   lui annuisce ed aggiunge che il teatro in poche parole è  “fingere di…”. Dopo ci fa  un’altra  domanda:- Chi è il regista?-  Noi diamo tante risposte, tutte giuste e tutte vere ma ….arriva la sua spiegazione simpatica e di grande effetto, che ci lascia a bocca aperta:   il regista  è un grande cuoco, come il cuoco prepara da mangiare con gli ingredienti che ha, così il regista prepara lo spettacolo per il pubblico con gli attori che ha. Ci spiega  anche che il pubblico, cioè noi,  siamo l’anima dello spettacolo e ci immedesimiamo nei vari personaggi: se gli attori sono bravi , ogni  spettatore, diventa anche attore immedesimandosi nel personaggio. Mario ci svela infine  una cosa che neanche la maestra conosceva: la fiaba di Pinocchio riporta tante somiglianze con la  storia di Gesú e…. non ci avevo proprio pensato. Rimanendo in linea con il clima nevoso di oggi, posso dire che gli abbiamo fatto una “valanga” di domande. Oggi mi sono proprio divertita e ho imparato tante cose. Sono felice  e  aspetto altri insegnamenti.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*