” ALICE TRA SOGNO E REALTA'”

Seduto in poltrona come un VIP… eccomi sono al teatro, la sala é tutta affollata di bambini che aspettano l’ inizio della spettacolo” ALICE TRA SOGNO E REALTA’ “. Le luci si spengono, inizia lo spettacolo con Alice che consegna la sua pagella ai genitori e… notizia sgradevole: é stata bocciata! “ORA COME FARO’! ” Disperata, urla Alice mentre le luci e gli occhi sono  puntati tutti si di lei. Mi stupisce la capacità dell’attrice di essere così sciolta davanti a tutto quuesto pubblico, la sua disperazione sembra reale. Il padre, sconvolto, sgrida Alice e le ordina di stare in camera a studiare. Ma lei gioca alla play, anche SuperMario le suggerisce di studiare, lei non lo ascolta e cerca di chiamare i suoi amici ma… sono tutti in vacanza. Tutti tranne Sebastin, il “capitano”, almeno cosi si fa chiamare a scuola, lui è un bullo, proprio per questo non lo vuole chiamare perchè già sa che la prenderebbe in giro. Allora disubbidisce ai suoi genitori uscendo e, mentre a al parco, incontra Sebastian. Alice, per vendicarsi, gli fa credere che esiste una fata: “Tomilla” e… colpo di scena! Esce Tomilla o almeno si sente la sua voce, e si vedono delle lucine. Come desiderio, espresso da Sebastian, Tomilla esaudisce la richiesta di prendere le stelle. Lo spettacolo termina con l’amicizia dei due ragazzi, all’insegna dell’uguaglianza.